Vaccini per gatti: quali sono e quando farli

Vaccini per gatti: quali sono e quando farli

10 Novembre, 2017

Anche se le vendite dei vaccini per gatti aumentano sempre, sapevate che non tutti sono necessari? È importante far visitare il vostro micetto da un veterinario fidato che vi indicherà i vaccini davvero necessari, quando somministrarglieli e ogni quanto.

Se il vostro micio non è ancora svezzato, lasciate che raggiunga le otto settimane di vita e non si nutra più del latte di mamma gatta prima di vaccinarlo. Dovete assolutamente sapere che il colostro della mamma, oltre a fornirgli le sostanze nutritive di cui ha bisogno, lo protegge dagli agenti esterni nei suoi primi due o tre mesi di vita. Anzi, il latte riesce addirittura a neutralizzare e ad annullare qualsiasi vaccino somministrato all’animale. Il latte della gatta è davvero portentoso!

Una volta svezzati, bisognerà somministrare ai mici il primo vaccino trivalente contro la panleucopenia felina, la rinotracheite virale e la calcivirosi. Trascorso un mese dalla prima dose, tale vaccino dovrà essere ripetuto una seconda volta a prescindere dal fatto che il gatto sia l’unico animale da compagnia in casa e che esca o meno dalla medesima.

 

Il calendario vaccinale dei gatti

 

A differenza di quegli animali pelosi denominati cani, il calendario vaccinale di noi gatti è molto meno impegnativo. Inoltre è fondamentale che vi rivolgiate al vostro veterinario di fiducia per farci visitare e per somministrarci i vaccini felini di cui abbiamo veramente bisogno.

Dal momento che vi voglio aggiornare sui vaccini essenziali che ci dovete somministrare nel corso della nostra vita, vi ho preparato l’elenco sottostante:

 

  1. Dopo lo svezzamento, raggiunto il secondo o il terzo mese di vita, è prevista la prima dose del vaccino trivalente felino.
  2. Dopo circa un mese dalla prima dose, bisognerà farne il richiamo.
  3. Prima di raggiungere il primo anno di vita, se il veterinario lo ritiene opportuno, ci dovrete vaccinare contro la rabbia e la leucemia. Si tratta di un paio di dosi da somministrare a intervalli di tempo ben determinati come da indicazione della clinica veterinaria.
  4. Raggiunto il primo anno di vita, bisognerà fare un nuovo richiamo del vaccino trivalente felino e, se necessario, dei vaccini contro la leucemia e la rabbia.
  5. Raggiunta l’età adulta e all’incirca ogni 3 anni, bisognerà fare il richiamo di tutti i vaccini somministrateci nel corso della nostra vita.

 

Infine, se il vostro micio va soggetto a qualche malattia o se le sue condizioni di salute sono labili, probabilmente ha bisogno di un altro tipo di vaccino e di un calendario vaccinale diverso da quello abituale. Come di consueto, rivolgetevi al vostro veterinario di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *