Stai per caso pensando di lasciare il tuo gatto da solo a casa?

Stai per caso pensando di lasciare il tuo gatto da solo a casa?

25 Agosto, 2017

Dato che noi, gatti, siamo animali particolarmente indipendenti, è normale che voi, rappresentanti del genere umano, a volte pensiate di lasciare il vostro micio da solo a casa per uno o due giorni in occasione di viaggi brevi.

Se il vostro gatto è abituato a vivere in compagnia, sicuramente non gli andrà a genio l’idea che ve ne andiate e lo lasciate da solo per così tanto tempo. Anzi, tale separazione potrebbe essere fonte di ansia dato che non sa quando vi rivedrà né il motivo della vostra assenza.

Ecco perché, vi raccomandiamo di affidarlo sempre alle cure di una persona di fiducia già nota al vostro gatto e con cui si trova a suo agio in modo tale da rendergli il tutto più facile. Un’altra alternativa è la pensione per animali che potrebbe comunque essere un’esperienza stressante per noi. Dovrete semplicemente abituarci fin da piccoli in modo tale da ritenerla una situazione normale.

Tuttavia, se queste alternative non sono fattibili e se alla fine decidete di lasciare il vostro gatto da solo a casa, prestate attenzione agli accorgimenti successivi.

Attenzione a porte, finestre e altri posticini. Infatti, sapete già che noi gatti amiamo esplorare e andare alla ricerca di nascondigli. Pertanto, se ci lasciate a casa da soli, dovete in primo luogo verificare che porte, finestre e qualsiasi eventuale nascondiglio siano perfettamente chiusi. In questo modo eviterete fughe, perdite e anche intrappolamenti.

Un altro aspetto importantissimo è la nostra alimentazione. Riempire la nostra ciotola di cibo non è la soluzione migliore per consentirci di mangiare correttamente durante la vostra assenza dal momento che non siamo abituati a razionare il cibo.

Vi consigliamo di lasciare varie ciotole con del cibo in punti diversi della casa e di fare altrettanto con la ciotola dell’acqua. Infatti, piuttosto che riempirne una sola fino all’orlo, è consigliabile disporne varie qua e là.

Un’altra alternativa valida potrebbe essere l’acquisto di un distributore automatico di acqua e cibo che potrete programmare a piacere. Il vostro gatto disporrà di acqua corrente quando vorrà e potrà mangiare nell’orario stabilito. L’unico neo di questi dispositivi è il fatto che spesso il motore di cui sono muniti è piuttosto rumoroso e ci spaventa. Pertanto, vi consigliamo di comprarne uno con il motore silenzioso e di addestrarci gradualmente al suo uso qualche giorno prima della vostra assenza.

Non dimenticatevi, poi, della nostra lettiera o cassetta igienica. Anche se prodotti giusti come la sabbia agglomerante leggera o quella di silice di Sepicat mantengono pulita la nostra lettiera e senza cattivi odori per più giorni, vi consigliamo di disporne più d’una in casa in modo tale che, durante la vostra assenza, quando una sarà satura, potremo utilizzarne un’altra pulita per i nostri bisognini.

In ogni caso, sarebbe sempre auspicabile affidare l’incarico a una persona di vostra fiducia, un parente o un amico già noto al vostro gatto, di verificare ogni giorno che il vostro gatto sta bene e che dispone di tutto l’occorrente. Se poi si ferma a giocare con voi un pochino, tanto meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *