Qual è la dieta BARF per gatti? È buono o cattivo?

Qual è la dieta BARF per gatti? È buono o cattivo?

30 Ottobre, 2020

Sai cos’è la dieta BARF e se è buona o cattiva? In questo articolo vi spiegheremo in cosa consiste questa dieta BARF, visto che ultimamente è diventata “tanto di moda” ed è seguita da un maggior numero di persone.

Sappiamo che tutti gli amanti dei gatti cercano il meglio per loro in ogni modo, cibo, lettiera per gatti, giocattoli … ecc. Nella ricerca del meglio, vengono sempre valutati diversi aspetti dei prodotti scelti per essere sicuri di dare loro quello che vogliamo.

Se apprezziamo il cibo, possiamo entrare in un dibattito sul fatto che il mangime secco sia buono o cattivo, se le lattine o gli alimenti umidi siano adatti o meno … Molte persone hanno deciso di applicare una dieta BARF ai loro gatti per essere sicuri di ciò che mangiano.

 

Qual è la dieta BARF per gatti?

La dieta BARF è un tipo di alimento crudo che viene somministrato a cani o gatti imitando le origini di questi animali.

Si basa su una dieta equilibrata tipica degli animali selvatici e tutto ciò che viene offerto è crudo. L’obiettivo di questa dieta è migliorare la salute dei gatti ed evitare cibi trasformati.

È importante che se si vuole iniziare questa dieta conosciamo esattamente le esigenze nutrizionali del gatto o della razza in particolare e e consultare il veterinario per escludere possibili controindicazioni.

 

Come sviluppare una dieta BARF?

La dieta BARF può essere acquistata già realizzata in alcuni negozi e quindi potrete avere razioni di carne, verdura … ecc. di cui il gatto ha bisogno.

Oppure puoi farlo direttamente a casa. Cosa dovrebbe prendere questa dieta per essere equilibrata?

Le porzioni consigliate sono:

  • Tra il 60 e l’80% di carne, che corrisponde al 4% del peso del gatto.
  • Ossa crude un paio di volte a settimana facili da masticare.
  • Verdure crude e frutta in piccole quantità.
  • Carni e pesce di organi una volta alla settimana che devono essere congelati prima di incorporarli nella dieta.

 

In tutte queste indicazioni è bene tenere presente che ci sono alcuni alimenti che i gatti non dovrebbero consumare e può essere consigliabile introdurre alcuni integratori vitaminici o oli come il salmone.

 

Hai dubbi sull’alimentazione dei gatti?

Vi lasciamo alcuni articoli che possono risolvere queste piccole incertezze.

Questi sono alcuni consigli generali, ma ti invitiamo a visitare sempre uno specialista per essere convinto al 100% delle quantità esatte per il tuo gatto, a seconda della sua razza o delle sue caratteristiche mediche.

MOLTO IMPORTANTE tenere presente che questa dieta va somministrata a crudo al gatto e in caso di cottura o cottura un po ‘di carni e verdure, NON si devono MAI cuocere le ossa o le spine per evitare scheggiature e danneggiare il gatto.

Insomma, molti sono i proprietari che nutrono i loro gatti con questa dieta BARF e la sua preparazione ei suoi costi sono ridotti, quindi il passaggio dal cibo commerciale a questo non è un grande dilemma.

Ti consigliamo di valutare ciò che ritieni possa essere più vantaggioso per il tuo gatto e, come sempre, di avere l’opinione di professionisti per assicurarti che il tuo felino non sia privo di sostanze nutritive.

E ti, sei stato incoraggiato a provare questa dieta?

Se desideri ulteriori consigli o informazioni sui gatti, controlla il nostro blog o sito web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *