Consigli per educare un gatto cucciolo

Consigli per educare un gatto cucciolo

21 Febbraio, 2019

I gatti sono animali molto indipendenti, però come con le altre mascotte, possiamo educarli fin da piccoli. Soprattutto i gattini che conviveranno con noi nella nostra casa, con altre persone, bambini o animali, è necessario abituarli fin dall’inizio con delle buone pratiche.

Quanto prima si inizia con l’educazione di un gatto cucciolo, si otterranno migliori risultati rispetto al tuo comportamento nella tappa adulta.

Come educare un gatto cucciolo

Secondo gli esperti in etologia felina, esistono alcuni consigli per educare i gatti che sono di grande utilità per coloro che li curano:

  • Sgrida subito quando il tuo gatto fa qualcosa male. Non serve a niente sgridarlo un momento dopo giacché il gatto non capirà che cosa ha fatto di male.
  • Agisci sempre nello stesso modo. Scegli una parola per sgridare il tuo gatto, dicendola con lo stesso tono di voce perché il felino la associ ad un cattivo comportamento.
  • Non sgridarlo né castigarlo. I gatti non sono come i bambini e non associano questo tipo di castighi con il fatto che hanno fatto qualcosa di male. Le grida e le botte conseguono solo disturbarli o causare timore verso gli umani.
  • Sii sempre conseguente. Non fare eccezioni con il tuo gatto perché non si confonda. Se non vuoi che graffi il divano, sgridalo ogni volta che lo fa senza eccezioni. Lasciagli chiaro fin dall’inizio quello che può e non può fare in casa.
  • Educa in forma positiva. La miglior forma di ottenere che il tuo gatto si comporti bene, è premiarlo quando fa qualcosa bene. È una pratica molto comune per educare ai gatti cuccioli all’uso della sua lettiera, del suo nuovo raspatoio, o per insegnare loro un nuovo trucco.

E tu, che  tips usi di solito per educare il tuo gattino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *