Come proteggere il tuo gatto dai parassiti esterni

Come proteggere il tuo gatto dai parassiti esterni

19 Maggio, 2017

Anche se con l’arrivo della stagione fredda i parassiti esterni tendono a diminuire, è comunque importante proteggere il vostro gatto durante tutto l’anno per evitare brutte sorprese.

Sebbene a noi, gatti, piaccia stare al calduccio dentro casa, ogni tanto dovete controllare il nostro meraviglioso mantello e prendere i provvedimenti del caso per evitare che questi “animaletti” vi annidino e possano trasmettere malattie a noi e al resto della famiglia.

Quali sono i parassiti esterni più comuni?

Non intendo soffermarmi più di tanto su questi ospiti per niente graditi; in ogni caso i più recidivi sono le pulci, le zecche, gli acari e i pidocchi. Oltre al prurito, possono provocare allergie, dermatiti, anemie, lesioni cutanee, otiti nonché parassiti interni e malattie infettive più gravi. Quindi, mettiamoci al lavoro e teniamo a bada questi parassiti!

Metodi per tenere i parassiti lontani dal tuo gatto.

Per poter decidere quale metodo fa al caso vostro, vi suggeriamo di portare il micio dal veterinario perché vi possa consigliare sul da farsi e vi insegni a operare correttamente per evitare intossicazioni o prodotti meno performanti.

I prodotti preventivi più efficaci sono le pipette da applicare al nostro pelo che ci proteggono da pulci e zecche per circa un mese; le compresse orali il cui effetto -uguale a quello delle pipette- può protrarsi per 3 mesi e i collarini antiparassitari, anch’essi alquanto efficaci contro questi parassiti, la cui efficacia ha una durata di 4 – 8 mesi in funzione della marca scelta.

Se rilevate la presenza di uno di questi parassiti nel pelo del vostro gatto, recatevi tempestivamente dal vostro veterinario per una visita e perché vi consigli un prodotto antiparassitario. In genere, si tratta di spray da nebulizzare sul mantello del vostro micio oppure appositi shampoo da utilizzare quando gli fate il bagno per poter così sbaragliare questi ospiti pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *